Educazione Fisica in classe seconda: (2) Il corpo si muove, percepisce ed esplora

males-2373730_960_720Continua il mio percorso di educazione fisica nella classe seconda. Dopo esserci concentrati sulle parti del corpo e affinato la percezione e il movimento di piedi e mani, continuiamo a dedicarci ai giochi motori per la percezione dello spazio e del tempo in riferimento al proprio corpo e a quello degli altri. In modo particolare proporrò: giochi con la palla (spostamenti, lanci, percorsi) e le principali azioni motorie (lanciare, afferrare, calciare); giochi con il cerchio; giochi motori su percorsi pensati per esplorare e percepire lo spazio vissuto in situazioni di gioco individuale e di gruppo; giochi per la promozione della socializzazione.

Dopo le prime 5 lezioni proposte nel precedente articolo continuiamo con le successive 5 (proposte in ripetizione).

Lezione6/7: Attività individuali e giochi di gruppo con e senza la palla, per promuovere la conoscenze e la pratica dei principali concetti topologici relativi al tempo.

  1. Gioco di riscaldamento “Guardia e Ladri”: ricreiamo la classica situazione del gioco Guardia e Ladri con una clavetta al centro del campo da gioco e le due squadre schierate in due parti opposte. Al via viene chiamato un numero e i bambini corrispondenti (di ciascuna squadra) si precipitano al centro del campo per accaparrarsi la clavetta e portarla alla base. Vince chi conquista ne conquista di più.
  2. Fase centrale : consegnare a ciascun bambino una palla e far eseguire le seguenti andature a cassetto:
    • Rotolare la palla avanti e arrivare PRIMA che raggiunga la linea del campo
    • Rotolare… e arrivare DOPO la palla
    • Rotolare… e arrivare INSIEME
    • Rotolare la palla indietro e raggiungere poi il pallone (le spalle voltate verso la direzione di marcia)
    • Procedere calciando la palla in avanti e arrivare INSIEME al compagno accanto.

3. Gioco finale “Staffetta su due capi” → predisporre un percorso con: 3 funi da saltare a piedi pari; uno slalom tra clavette da superare palleggiando la palla a terra (staffetta da passare); corsa a slalom fra i cerchi; superare materassi (o rotolare); salto dentro i cerchi a un piede. Si sistemano le due squadre ai due capi diversi del percorso. Al via partono insieme i capofila da entrambe le parti: dovranno fare attenzione a non scontrarsi e a gestire lo spazio condiviso nel momento in cui percorreranno la stessa parte del circuito. Vince la squadra che per prima termina tutto il giro del circuito.

Lezione 8/9: Attività individuali e giochi di gruppo con il cerchio, per promuovere la conoscenze e la pratica dei principali concetti topologici relativi al tempo.

  1. Gioco di riscaldamento “Napoleone alla conquista”: disporre tutti i bambini dentro i cerchi, sistemati nell’intero spazio da gioco, escluso uno che sarà Napoleone. Al via Napoleone dovrà dire a voce alta: “Napoleone corre dietro a …(indicando il nome di un compagno)” dando il via a una corsa. Infatti il bambino chiamato dovrà lasciare il suo cerchio e scappare dalle grinfie dell’inseguitore. Per non farsi prendere ha una sola possibilità: chiedere alleanza ad un compagno dentro un cerchio che dovrà fuggire per lui. Chi viene toccato da Napoleone andrà a finire dentro al suo cerchio casa ma dovrà restare seduto e senza la possibilità di aiutare nessuno. Il gioco, a tempo (5 minuti circa), consiste nel catturare più bambini possibile. Si consiglia di ripetere il gioco più volte 😉
  2. Fase centrale: utilizziamo i cerchi usati per il gioco iniziale e consegniamoli a ciascun bambino. Predisponiamo due righe di partenza, in modo che i bambini abbiano lo spazio di muoversi comodamente, e chiediamo di eseguire, di volta in volta, le seguenti andature a cassetto:
    • Far rotolare il cerchio avanti e correre PRIMA che sia arrivato alla linea di fine campo
    • Far rotolare il cerchio avanti ed entrarci dentro DOPO che si è fermato
    • Far rotolare e arrivare insieme al cerchio
    • Far rotolare all’indietro e correre per riprenderlo prima che cada a terra.

Sistemare i bambini in due gruppi uno di fronte all’altro e consegnare un cerchio per coppia. Al via il gruppo A dovrà passare al gruppo B (davanti) il cerchio facendolo rotolare e andare dritto verso la direzione stabilita. Ripetere più volte sino a quando i bambini non hanno acquisito una certa dimestichezza.

3. Gioco Finale “Catena Umana”: formare una catena di cerchi e bambini in modo che ogni bambino prenda alle estremità due cerchi e via via con gli altri a formare una catena. Al via i bambini che si trovano alle due estremità (e quindi hanno una mano libera) dovranno staccarsi dalla catena, cercando di passare all’estremità opposta, entrando dentro ogni cerchio sospeso. Vince chi arriva prima!

Lezione 10: E ora tocca a voi! Quale gioco hanno preferito i nostri alunni? Lezione salva tutti: libertà di scelta e brainstorming di gruppo. Cosa abbiamo imparato? Quali attività e giochi ci sono piaciuti di più? Quali sono risultati più difficili? Scegliamo insieme l’attività da fare per concludere questo percorso sull’organizzazione spazio-temporale in riferimento al nostro corpo.

 

A proposito di Michela Secchi

Insegnante di scuola primaria di ruolo da diversi anni a Cagliari. Ho scelto di essere maestra per continuare a fare ciò che ho sempre amato: studiare, creare, giocare e insegnare con il sorriso. Credo nella collaborazione, negli scambi e nella ricerca.

Guarda tutti i post di Michela Secchi →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*