Matematicando in classe terza. (15) Missione Euro: ci si divertente!

Lo scorso anno, in seconda, ci siamo divertiti con il Mercatino dell’euro e quest’anno, come promesso ci spingiamo oltre con un divertente gioco di ruolo. Si tratterà di immaginarsi venditori e acquirenti un po’ speciali. Questa volta ci saranno da prendere decisioni, nuova merce da acquistare, calcoli da fare (utilizzeremo le calcolatrici per goderci il gioco e concentrarci su prezzo unitario e complessivo e i totali) e una missione da portare a termine. Non utilizzeremo oggetti ma i dépliant pubblicitari che solitamente troviamo nella cassetta della posta, gli euro finti del kit scolastico, alcune schede “Lista della spesa” e “Ricevuta d’acquisto” fornite dalla maestra, un tabellone alla LIM per tirare le somme e decretare i vincitori.

Ecco, le regole del gioco.

  1. Si stabiliscono i ruoli: venditori e acquirenti. Si scelgono 8 bambini (divisi in gruppi da 2) come venditori (quindi un totale di 4 gruppi) e 9 bambini (divisi in gruppi da 3) come acquirenti.
  2. Ai venditori viene data: una cassa (fondo euro in monete e banconote); alcuni dépliant pubblicitari sui prodotti in vendita (GeneriAlimentari / Igiene&Bellezza / Tutto per la casa / Svago); un modellino di ricevuta d’acquisto dove indicare quantità della merce, prezzo unitario e complessivo.
  3. Agli acquirenti viene affidata una missione (si estrae a caso un foglietto in cui è indicato il compito da assolvere: fare una certa tipologia di spesa), un budget indicato (in base alla missione ogni coppia ha un tot in banconote e monete in euro da spendere) e un modellino di lista della spesa dove indicare i prodotti.
  4. Al via gli acquirenti dovranno fare una lista della spesa indicando i prodotti che intendono cercare nel negozio apposito mentre i venditori inizieranno a sfogliare i dépliant cercando di scegliere la merce da proporre anche i base alle missioni presenti nella sfida.
  5. Non appena gli acquirenti entrano in azione inizia il bello del gioco: i venditori dovranno presentare le merci agli acquirenti mostrando i prodotti e i relativi prezzi nei dépliant in loro dotazione e in base alle richieste fornite dai clienti. Gli acquirenti dovranno scegliere cosa acquistare in base alle loro necessità e al loro budget. La merce acquistata dovrà essere segnata (con relativi calcoli) da parte dei venditori che emetteranno la ricevuta d’acquisto. I clienti dovranno pagare (stando attenti a non farsi imbrogliare sul costo complessivo e il resto) e segnare tutta la merce acquistata.
  6. Una volta effettuati gli acquisti ogni coppia dovrà presentarsi alla lavagna dove ci saranno  scrupolosi commercialisti (rimasti fuori dal gioco della compravendita) che controlleranno i calcoli e la qualità della missione tenendo conto di una tabella punti. Vince chi ha ottenuto il punteggio migliore!
Obiettivo 3 2 1
Qualità della spesa (Ottima spesa e completa / Abbastanza buona anche se incompleta / Spesa scarsa e incompleta
Budget (Hanno risparmiato qualcosa e comprato il necessario/Hanno speso tutto ma hanno acquistato bene/ Hanno speso quasi tutto per comprare cose inutili – Non hanno speso quasi niente)
Creatività (Spesa creativa ed efficace / Spesa creativa anche se un po’ fuori luogo -Spesa poco creativa pur se efficace  / Spesa poco creativa ed inefficace)
TOTALE

Si segna una X sotto ogni valore ottenuto per abilità e infine si sommano per decretare il vincitore. Una volta terminato il primo turno si rimettono le missioni estratte nel sacchetto e si ricomincia il gioco scambiando i ruoli.

 Ma quali sono le missioni speciali? 

Ecco le tracce da estrarre a sorte e che dovranno essere portate a compimento da ogni coppia di acquirenti:

CORRIAMO AI RIPARI: Dopo una festa “selvaggia” organizzata da voi a casa di un amico… molte stoviglie, alcuni arredi e giochi hanno subito dei danni! Utilizzate i vostri risparmi per riparare al guaio che avete creato. Budget a disposizione: 150 euro.

PROFUMO DI LIBERTÀ: I vostri genitori staranno via per una settimana e voi, padroni assoluti della casa, dovete pensare a rifornire la dispensa per non morire di fame. Budget a disposizione: 70 euro.

PULITI E FELICI: Il vostro compito è quello di salvaguardare l’igiene della vostra famiglia (pulizia della casa e igiene personale) rifornendola di tutto il necessario per un mese intero. Budget a disposizione: 45 euro.

WHERE’S THE PARTY?: Finalmente le meritate vacanze! Bisogna organizzare una festa per la classe e voi avete a disposizione il giardino con piscina di un’amica. Acquistate qualcosa per renderlo carino e accogliente e non dimenticate il cibo e le bevande! Budget a disposizione: 100 euro.

È IL PENSIERO QUELLO CHE CONTA: Dovete partire all’estero per riabbracciare dei parenti lontani (due adulti e due bambini) e non volete arrivare a mani vuote. Scegliete dei regali da portare. Budget a disposizione: 165 euro.

PROGRAMMA IL FUTURO: Siete stati scelti per predisporre un piccolo “angolo informatico” nella vostra classe per scrivere, disegnare, fare ricerche ecc. Dovete pensare come allestirlo al meglio. Serve un laptop computer, un mouse e una chiavetta USB. Budget a disposizione: 400 euro.

In allegato inserisco il FILE Missione Euro contenente le regole del gioco, le missioni da stampare e ritagliare per essere estratte e i modellini Lista della Spesa e Ricevuta d’acquisto.

Com’è andata?

Mettete in conto di dover dedicare almeno 20 minuti alla spiegazione del gioco, all’assegnazione dei primi ruoli e dei relativi compiti, alla disposizione dell’aula (io ho formato quattro isole di lavoro per i negozi con i relativi dépliant), alla distribuzione del materiale e alla risposta di domande. Per prima cosa ho formato le coppie di venditori e ho chiesto ai due bambini scelti per fare i commercialisti-bancari (ossia i bambini che avrebbero dovuto gestire la cassa, assegnare i budget, dare i cambi in monete durante il gioco e fare il resoconto dei lavori nella tabella alla lim) di assegnare a ciascuna coppia un fondo cassa di 40 euro e il modellino per la ricevuta da emettere. Poi ho stabilito le coppie di acquirenti che hanno sorteggiato la missione (l’hanno letta a voce alta a tutti) e ricevuto dai commercialisti il budget assegnato e il modellino lista della spesa. Al mio via i venditori hanno iniziato a organizzare il materiale in vendita  in base anche alle missioni sorteggiate mentre gli acquirenti hanno predisposto una lista della spesa andando anche a sbirciare nei negozi. In breve tempo è iniziata la compravendita! Il loro tempo a disposizione (20 minuti) è volato molto velocemente mentre si segnava la merce, si cambiavano euro, si sommavano prezzi e si calcolavano resti… il turno è finito.

A questo punto ho deciso di segnare alla lavagna anche l’operato dei venditori valutando la buona emissione della ricevuta, la cortesia e la disponibilità e anche l’incasso. Alla LIM ho proiettato la tabella per valutare i compratori:

 

Ogni coppia di acquirenti ha ricordato quale missione aveva da assolvere, ha raccontato a quali commercianti si sono rivolti e quali merci hanno acquistato evidenziando anche quanto speso in tutto e quanti soldi son stati risparmiati. Se i commercianti ai quali si sono rivolti hanno emesso regolare fattura (completa in ogni parte e con i calcoli del totale, del ricevuto e del resto) ottengono un punto e ne ottengono anche un altro se sono stati cortesi, disponibili ed efficienti. In questo caso tutti quanti (commercialisti compresi… valutati per l’efficienza nel dare i cambi ai commercianti e a valutare l’operato dei compratori) ottengono dei punteggi. I venditori valutano i commercialisti, i compratori valutano i venditori e sono valutati dai commercialisti in base alla tabella di riferimento. Ogni bambino alla fine del turno avrà ottenuto un punteggio che andrà poi sommato di volta in volta.

Siamo riusciti a fare due turni di gioco in un’ora e mezzo di tempo. Al secondo turno è andata decisamente meglio, il terzo sarebbe stato l’ideale ma abbiamo impiegato del tempo nei riscontri e nelle valutazioni del fine turno. Inoltre a fine gioco ci siamo soffermati a riflettere sull’operato di ciascuno in autovalutazione: cosa è andato storto, dove ci sono state difficoltà, quali sono stati i punti di forza, come siamo riusciti a lavorare con gli altri… ecc. Ogni alunno ha preso la parola e ha riflettuto sul proprio operato. Un lavoro molto intenso che ci ha fatto guadagnare una lunga merenda in giardino!

Alle 11:30 siamo rientrati in aula per il laboratorio di tecnologia ispirato alle macchine di Munari! Una mattinata pienissima! Mentre andavo in mensa un bambino mi ha guardata e mi ha detto “Maestra, sei devastata!” ahahahaah Parole Sante! Per fortuna domani è l’ultimo giorno di scuola e andrò presto in convalescenza 🙂

 

A proposito di Michela Secchi

Guarda tutti i post di Michela Secchi →

2 commenti in “Matematicando in classe terza. (15) Missione Euro: ci si divertente!”

  1. Complimenti! Tutti gli articoli e le proposte didattiche presentate offrono preziosi spunti! Seguo con piacere il suo lavoro.
    Vorrei sapere se, come lo scorso anno, è possibile acquistare il quaderno di matematica di terza e il quaderno di scienze di terza.
    Grazie!
    Cordiali saluti
    Chiara

    1. Grazie mille! Sì, sto preparando tutto il materiale di terza (quaderno matematica e geometria, lezioni, prove di verifica per competenze e programmazione completa coi link alle attività di riferimento e ai quaderni) che ho trattato nel blog e non solo. Appena concludo con le attività di chiusura anno scolastico mi metto all’opera 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *