Quando la maestra è in vacanza: pausa estiva anche dalla Finestra sull’albero

In queste due settimane ho girovagato per le aule come un pesce fuor d’acqua. Andare a scuola (dovrei dire al lavoro) senza i bambini tra le costole mi rende sempre estranea… anche se tra scrutini, incombenze di fine anno e consegna dei documenti… si è comunque continuato a pensare a loro. A casa, in attesa che tutto si concluda e che abbia inizio il meritato riposo, gironzolo cercando di non mettere mano al computer, ai libri di scuola… ai nuovi materiali acquistati per la classe quarta. Quanto è difficile per noi insegnanti staccare e mettere finalmente a riposo la nostra mente. Così, ho ripreso in mano il corso di inglese… la mia amata chitarra elettrica… i tanti romanzi nel mio Tolino, i pennelli e gli acquerelli e, tenetevi forte, ho tirato fuori anche la mia macchina per cucire!!! Mi son ritrovata a progettare per filo e per segno il viaggio a Porto che farò con la mia amica (che mi ha dato della secchiona… proprio quando eravamo insieme tra i banchi alle superiori!) con mappe e percorsi debitamente documentati su word e googlemaps! Insomma: iperattività da vacanze incombenti! Ma non sto mettendo mano alle cose di scuola.

Nonostante tutto ho continuato a pensare a questo spazio incantato: la mia finestra sull’albero. Un luogo di condivisione che mi regala davvero tanta gioia grazie al continuo scambio con colleghe e colleghi (ma anche genitori) che mi contattano, mi chiedono consiglio, mi regalano nuovi stimoli. A scuole finite sono arrivate tantissime richieste sui materiali di scienze e matematica: insegnanti che hanno appena saputo di dover insegnare queste discipline nel prossimo anno scolastico e si sono già messi/e all’opera. Ne approfitto per ringraziare ancora una volta chi ripone in me fiducia nel proporre ai propri studenti il mio lavoro. Spero sempre e comunque che quanto scrivo qui sia solo una piccola scintilla per creare qualcosa di nuovo nelle altre classi. Ho cercato di scrivere e documentare quanto fatto in classe sinché ho potuto. L’anno scolastico è stato duro ed intenso… spesso sono stata dietro a relazioni, verbali e incombenze che fanno parte del nostro lavoro… ma ho cercato di non trascurare questo spazio. Ora che riprendo a respirare mi son messa all’opera per raccogliere tutto il lavoro di matematica di terza (con articoli, quaderno di matematica, quaderno di geometria, verifiche e contenuti extra non pubblicati) che sarà messo a disposizione in Matematicando in classe terza. Ci devo lavorare un po’ io ma anche il mio “socio informatico” senza il quale non riuscirei a gestire tutto! Spero di poter caricare tutto il file entro fine luglio, prima metà di agosto. Mi sono arrivate già tante richieste in merito… abbiate fiducia: il materiale esiste! Per quello già esistente invece vi chiedo di avere un po’ di pazienza se non arriverà all’istante perché mi dovrete dare il tempo di leggere le notifiche e, tramite posta elettronica, fare tutto. Se sarò fuori città (e lo sarò spesso per fortuna) non sempre potrò rispondere entro poche ore come faccio durante l’anno scolastico. Ma non disperate 😉

Inoltre mi sono arrivate diverse richieste su un argomento che ha riscosso molto interesse nel blog: le divisioni. Ho quindi pensato di creare del materiale inedito da condividere che riguarderà la divisione sotto diversi punti di vista e che coinvolgerà tutto il ciclo della primaria. Ma non prima di fine agosto… Insomma, il blog si fermerà un po’ durante questi mesi estivi ma non ho intenzione di abbandonarvi e neanche abbandonare me stessa… perché amo ciò che faccio e ne ho bisogno vitale 🙂

Ma non vi lascio a bocca asciutta. Vi propongo un libro “trasgressivo” da fare durante le pause (magari non sotto l’ombrellone… visto il formato) e che vi terrà la mente in allenamento. Un libro divertente e stimolante, da fare da soli o con i vostri figli… o anche tra amici… o da trasformare e proporre ai vostri studenti. Il titolo è in linea con il mio pensiero “Matemagica: il grande libro dei giochi” di Ivan Moscovich. Un bel librone di quasi 400 pagine pieno zeppo di giochi matematici di diversi livelli di abilità, con soluzioni. Finemente illustrato, colorato e divertente… metterà alla prova le vostre capacità matematiche con rompicapo, enigmi, giochi, curiosità e problemi. Oltre al libro per la mente ve ne consiglio uno anche per “lo spirito”. Un libricino che ho amato sin dai tempi dell’università (conosciuto grazie all’esame di Filosofia Morale) e che non ho mai smesso di leggere per l’intensità e la ricchezza delle riflessioni dell’autore. Un breve racconto dal sapore filosofico che si porta dietro tante letture che vanno dal concetto di estraneità da se stessi, al rapporto difficile con l’altro in quanto diverso o sconosciuto. Un racconto che parla di vita e di morte ma soprattutto di presa di coscienza. “L’intruso” di Jean-Luc Nancy è un gioiello che non potete non leggere.

E finalmente la maestra va in vacanza… o in convalescenza… come sostengono molti. Anche se in vacanza davvero non si va mai 🙂 Buona estate a tutti! E ricordate di trovare sempre una bella e ampia finestra dalla quale osservare un albero!

 

A proposito di Michela Secchi

Guarda tutti i post di Michela Secchi →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *