Segnaposto di Natale: un bosco di triangoli!

Mi rendo conto che la geometria quest’anno mi sta prendendo parecchio! Dopo aver visto linee in tutte le salse, iniziato a ripassare i solidi e a rappresentarli sul piano e aver avviato una riflessione sui triangoli con l’attività natalizia postata settimana scorsa … non mi sono fermata. In vacanza da sabato ho continuato a studiacchiare pensando alle prossime attività da proporre per l’anno nuovo e frugando e frugando sul web ho avuto qualche ispirazione. Questa volta non per la classe ma per i miei figli e i miei familiari. Ho progettato e ideato dei segnaposto triangolari facilissimi da fare e anche carini.  Tutto il lavoro è stato fatto insieme ai miei figli che hanno dipinto, decorato, ritagliato e assemblato.

Materiale: carta con grammatura adatta agli acquerelli, acquerelli, pennelli assortiti, colla vinilica, bastoncini in legno per spiedini, tappi di sughero, una penna Pilot G-2 07 bianca e una argentata che scrivono su carta dipinta da acquerelli, cesoie, matita, squadretta.

Procedimento:

1)Preparare le carte dipingendo a strati due fogli con acquerello verde chiaro e verde scuro (facendo striature più o meno parallele ma anche no) e altri due con acquerello rosso porpora e rosso chiaro:  pennelli molto diluiti d’acqua e i colori a sfumare. Queste carte sono servite per ritagliare triangoli isosceli altri circa 7 centimetri. Decorarepoi con puntini rossi sul verde e blu sul rosa.

2)Disegnare nella parte bianca dei fogli dipinti i triangoli isosceli e ritagliarli con cura. Io ne ho fatto 12 verdi e 12 rosa. Sulla metà dei 12 verdi  ho disegnato con la penna argentata dei decori a mo’ di albero di Natale mentre nell’altra (stessa cosa coi rosa), i restanti 12,  ho scritto il nome dei commensali.

 

3)Poi ho incollato un pezzo di bastoncino per spiedino sul retro del triangolo richiudendolo con un altro triangolo (associando un verde con un rosa: su un lato il disegno, sull’altro il nome); ho schiacciato per bene, fatto asciugare e poi inserito l’alberello nel pezzo di tappo di sughero fissando con la colla. Ho deciso di fare un centro tavola identico ma più grande 🙂 Ecco il piccolo bosco da 12 commensali pronto per la vigilia!

A proposito di Michela Secchi

Guarda tutti i post di Michela Secchi →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *